Le more normalmente si colgono allo stato selvatico, in tutta Italia, senza fare troppa fatica, al di là del porre attenzione a non graffiarsi con le spine.
Eppure il farmer di StraBerry ne consiglia la coltivazione facile e generosa.
Certo è una pianta solida, che non è facile estirpare una volta che si è radicata, ed è molto “espansiva” sul terreno. Però ha così pochi problemi che vale la pena di applicarsi, anche perché poi torna a maturare nell’anno successivo.
Basta un terreno ben drenato, la presenza di ombra e poi va da sola. Per la semina meglio comprare piante già adulte e piantarle in ottobre, in buche profonde almeno 40 cm e a distanza di tre metri (ricordiamoci che è invadente!!). Per essere professionali…possiamo mettere dei bastoni che sostengono la pianta e collegarli con fili di ferro, permettendo quindi alla pianta di espandersi liberamente e… buona raccolta.
A proposito di frutti del bosco, il farmer straBerry vi ricorda che continua la produzione e vendita delle fragole più buone del mondo presso la nostra sede di Cassina dè Pecchi o tramite le Apecar, che trovate dislocate in Milano. Per maggiori informazioni clicca qui.

Seguiteci qui sul blog oppure sui nostri canali social: Facebook, Twitter, Instagram