I professionisti dell’orto sanno, come consiglia sempre il farmer straBerry, che una parte dell’orto va lasciata in mano alla Natura. Questo per svariati motivi, non ultimo il fatto che molte piante hanno bisogno di ruotare su terreni diverse e quindi viene a “fagiolo” avere una zona da piantumare ex-novo all’inizio di stagione. In secondo luogo qua potrete scaricare le erbacce strappate dalle coltivazioni: diventeranno parte del terriccio futuro.
Infine anche un po’ di biodiversità non fa male, purché non diventi una giungla impenetrabile!
Qui potrete coltivare le more che amano essere abbastanza libere di crescere in maniera ribelle.
Le piante di more non hanno bisogno di essere curate, anzi il farmer straBerry vi raccomanda di tenerle d’occhio perché sono decisamente invasive.
Dopo la raccolta, in autunno, potate con decisione, in modo da ritrovare un giusto spazio per la ricrescita dell’anno successivo. La pianta non ne soffrirà, ma anzi ne sarà rafforzata.
Se poi siete amanti anche del mondo animale, scoprirete che verranno uccellini, farfalle, lucertole e magari anche un riccio ad abitare questa area, rendendola così ancora più naturale.

Seguiteci qui sul blog oppure sui nostri canali social: Facebook, Twitter, Instagram