Quante volte nei nostri boschi capita di vedere una graziosa fragolina, rotonda, rossa ed invitante e scoprire che è assolutamente insapore!!
È la Duchesnea indica o più familiarmente conosciuta come fragolina matta.
Importata dall’Oriente nell’orto botanico di Torino, si è poi diffusa in tutta Italia dalla pianura fin sugli ottocento metri, grazie alla sua capacità di propagarsi velocemente, tanto da diventare anche infestante.
Però fa bene, come indica l’esperto di straBerry.
Sono infatti note, fin dall’antichità, le sue proprietà depurative ed anti coagulanti.
Per questo viene consigliata come infuso per favorire l’attività circolatoria del sangue e sotto forma di decotto per impacchi adatti a ridurre ascessi, foruncoli ed anche leggere ustioni.
Non è comunque tossica, anche se rientra nelle specie non commestibili.

Seguiteci qui sul blog oppure sui nostri canali social: Facebook, Twitter, Instagram