Ecco il gran caldo, ecco l’afa, ecco il sudore, ecco la stanchezza, i piedi gonfi, il senso di spossatezza e l’abulia.
Il farmer straBerry ha in serbo cinque buoni consigli che mette in pratica a partire dai primi caldi.

  1. Cambiamo la nostra alimentazione: aumentiamo il consumo di frutta e verdura, riduciamo il cibo fritto, il mangiare pesante, la nostra digestione con il caldo diventa più laboriosa ed aumenta il senso di sonnolenza soprattutto al pomeriggio.
  2. Cibi freschi: anguria, melone, albicocche, ciliegie, fragole, un bel pinzimonio, un minestrone freddo, l’insalatona ricca di cetrioli, pomodori, sedano e carote. La digestione sarà veloce e questi cibi freschi ti restituiranno le vitamine ed i minerali che ti ha portato via il sudore.
  3. Evitiamo bevande troppo fredde. Sì è proprio così, le bevande fredde, che ti danno quel piacere effimero perché rinfrescano la gola, sono una dura frustata nello stomaco, dove vige la regola di non alterare la temperatura interna. Quante persone al mare rischiano di annegare per una congestione dovuta all’essersi buttati in acqua dopo una bibita ghiacciata? Meglio l’acqua a temperatura ambiente, più naturale e più consona alle esigenze del nostro corpo che è fatto di acqua, non di bevande con sostanze coloranti e zuccheri.
  4. Riduci l’alcool che è dannoso perché sviluppa calore e non apporta benefici.
  5. Infine un bello stecco gelato, naturale, fresco, da gustare con calma, in modo che lo stomaco lo digerisca bene e anche il golosone che c’è in noi avrà la sua parte di soddisfazione. Lo stecco gelato lo trovi nelle Apecar in giro per Milano. Clicca qui per scoprire dove.

Seguiteci qui sul blog oppure sui nostri canali social: Facebook, Twitter, Instagram